Prenota un controllo della vista in 3D: info@otticalab.com

CONSULENZA DELLA VISTA IN 3D

Finalmente a Vicenza una consulenza tecnologica ed altamente specializzata che sostituisce il tradizionale controllo della vista

Come funziona il tradizionale controllo della vista?

Da oltre 80 anni, l’esame della vista si fa sempre allo stesso modo. Il Medico Oftalmologo, l’Ottico od altre figure intermedie, ci chiedono di distinguere il maggior numero di lettere, numeri o simboli che riusciamo ad individuare da una lavagna o tabella posta a circa 5 metri di distanza (Ottotipo), in righe consequenziali dalla più grande alla più piccola.
Maggiore è la capacità di leggere le righe più piccole, migliore è la scala dei decimi (in genere da 1 a 10) di acuità visiva percepiti.

Il Test viene svolto chiudendo alternativamente uno dei due occhi con un occlusore e laddove ci sia la necessità, vengono applicate lenti correttive per aumentare il più possibile i decimi percepiti.
Cosa è cambiato in questo senso dal dopoguerra? Praticamente nulla.
Il test della vista è lo stesso che facevano i nostri nonni.

Perchè il test della vista è lo stesso da così tanto tempo?

Il controllo dell’efficienza visiva, svolto allo stesso modo da così tanto tempo, raggiunge apparentemente al meglio il proprio compito, ovvero quello di valutare la percezione dei decimi, di un occhio e dell’altro, ma non tiene conto di un parametro che può sfalsare il risultato finale.

Il motivo della sua inadeguatezza è piuttosto importante e lo analizzeremo tra poco.

Una Nuova Era: che cos'è il rivoluzionario controllo della vista in 3D

Il controllo della vista in 3D, pur essendo un’evoluzione del controllo precedente, segna una svolta considerevole col passato, per lo stesso motivo per il quale Apple con Iphone ha creato la categoria degli “smartphone”, non paragonabili ai vecchi “telefonini” e Netflix quella del “cinema at home” non paragonabile al cinema a noleggio di Blockbuster.

^

Che cosa non cambia

La refrazione, ovvero l’esame della vista con l’applicazione di varie lenti correttive nell’occhialino di prova o nel “forottero”, col sistema in 3D, rimane lo stesso utilizzato nel controllo tradizionale.
Il procedimento del controllo in 3D avviene grazie ad una TV specifica, un Apple IPad sincronizzato ad una Apple TV.
Ma c’è una novità sostanziale che lo rende più efficace e soprattutto a passo con i tempi.

u

Qual'è la novità

Cercheremo di essere il più semplici possibili nella spiegazione, ipersemplificando alcuni concetti.
Ogni qual volta un oggetto si sovrappone alla nostra visione per vicino, per metterlo al meglio a fuoco, interviene l’azione del ”cristallino”, ovvero una lente di ingrandimento naturale all’interno dell’occhio, che “accomoda” l’immagine come fosse uno “zoom”, facendo variare il potere diottrico (ingrandendolo).
Sia l’occhio destro che il sinistro, in condizioni normali, lavorano simultaneamente, cioè ogni volta che uno dei due “cristallini” va in accomodazione, quindi fa da “zoom”, anche l’altro lo segue andando di conseguenza a variare il proprio potere.
Durante il controllo della vista tradizionale, quando l’Ottico interrompe la visuale di un occhio con la paletta, in quello stesso momento nell’altro aperto ci sarà una variazione diottrica leggera, ma sufficiente a falsare la nostra naturale visione.
In questo modo l’annebbiamento “meccanico” tradizionale, non rappresenta mai la condizione ottimale per la refrazione.

a

Annebbiamento con le lenti polarizzate

Per occludere un occhio e limitare al massimo l’azione del cristallino, il nuovo sistema in 3D utilizza delle lenti “polarizzate” che filtrano a comando ed alternativamente un’immagine di un occhio o dell’altro senza più costituire un ostacolo fisico.
Il cliente durante il Test in 3D riesce a percepire di fatto solo alcune immagini e solo con un occhio, nonostante entrambi siano aperti, evitando ogni condizionamento.

I 7 vantaggi che il nuovo sistema garantisce rispetto al vecchio

Nei 25 minuti di durata del Test in 3D, vengono garantiti i seguenti vantaggi rispetto al tradizionale controllo della vista:

La refrazione avviene in condizioni naturali e, diversamente dal controllo della vista tradizionale con l’utilizzo dell’occlusore (ovvero la paletta posta davanti ad uno degli occhi per esaminare l’altro) entrambi gli occhi potranno rimanere aperti e concentrati sull’immagine trasmessa nel grande schermo (ideale per le persone che hanno l’occhio pigro).

Grazie ad una sequenza di immagini nitide dai colori brillanti, l’esame riproporrà delle condizioni visive molto simili alla vita reale.
Il Test Visivo avviene in condizioni stereoscopiche, ovvero in situazioni visive molto vicine alla vita reale, con la terza dimensione, ovvero la profondità.
Starai comodo e a tuo agio su una confortevole poltrona, di fronte ad immagini rilassanti e coinvolgenti, e vivrai al meglio il “tuo” momento, emozionandoti di fronte a situazioni visive curate nei minimi dettagli, come se fossero degli spaccati di vita visiva reale.
Al contrario di ciò che accade nell’asettico ambiente medico, avrai la possibilità di vivere un’esperienza tecnologica che stimola la tua curiosità ed analizza approfonditamente le dinamiche della tua visione.

Per la prima volta, senza che nessuno probabilmente te lo abbia spiegato prima, sarai attivamente interessato perché il protagonista al centro dello spettacolo sarai tu.

Le persone che ti accompagneranno in ambulatorio possono vivere l’atmosfera, come al cinema, indossando uno speciale occhialino polarizzato e partecipando allo spettacolo, discutendo i risultati, ponendo domande e confrontando con l’Ottico i propri punti di vista.
Il rischio di un’errata prescrizione ha una percentuale bassissima di insuccesso, perché la visione in binoculare del tutto naturale, senza l’ostacolo dell’occlusore, annulla il rischio di attivazione del cristallino, che falsa i termini tecnici e che può far variare i valori delle lenti correttive.

Inoltre questa situazione permette di regolare con maggiore precisione rispetto a prima, la scelta della graduazione delle lenti, calibrando al meglio il bilanciamento delle immagini di un occhio e dell’altro.

Fissa un appuntamento in negozio

Se sei pronto a rimettere in discussione la tua visione, fissa un appuntamento in negozio per una Consulenza Specializzata in 3D e scegli l’occhiale più adatto alle tue esigenze.